Lettera del Presidente

La Voce della Coralità, attraverso la Voce di Ognuno

La Voce della Coralità

 

Cari lettori,

sono molto onorato di aprire con questa mia lettera il primo numero di Dirigo, rivista della Associazione Nazionale dei Direttori di Coro Italiani.

Quest’anno che abbiamo vissuto è stato particolarmente difficile, sono cambiate molte cose nella nostra vita, nelle nostre abitudini e anche nel nostro modo di fare musica. Ancora di più per un direttore di coro: fare musica senza lo strumento o col proprio strumento-coro a distanza è qualcosa di inimmaginabile. Oggi sembra che il peggio sia passato e crediamo di aver saputo cogliere questa drammatica crisi come un tempo di riflessione e, nell’ottica di perseguire la nostra idea di far coro, come una opportunità di cambiamento e di rinnovamento.

Nel periodo di chiusura totale l’ANDCI ha lavorato tantissimo, sviluppando notevolmente le attività: quasi a voler affermare che l’arte corale doveva andare avanti nonostante le tristi notizie che arrivavano di voce in voce – e anche attraverso i media – in tutte le case. Abbiamo voluto vincere lo sconforto, la paura che quella situazione potesse per sempre privarci di tanti riferimenti e della possibilità di ritrovarci insieme. Tutto è stato accelerato da un’intenzione di “riscatto”, in vista di una ripresa che finalmente, pian piano, stiamo recuperando all’orizzonte.

Dalla sua fondazione, l’ANDCI ha creato un archivio multimediale – la sezione Educational, accessibile sul proprio sito internet – che permette a tutti di fruire gratuitamente e liberamente della produzione artistica dei maestri associati, nell’ottica di rendere davvero la cultura corale patrimonio di tutti. Si tratta di una scommessa, che sottolinea la possibilità e la libertà di dare e di ricevere attraverso uno scambio aperto dei saperi di ognuno. Moltissimi di noi si sono da subito prodigati per offrire sotto forma di video – adattandosi alle esigenze contingenti di produzione, diffusione e fruizione della cultura musicale – tantissimi contributi educativi e artistici: spunti di discussione e riflessione da rendere disponibili a tutti, attraverso la rete internet e i social. Gli incontri con gli autori, le interviste, il progetto ANDCI Junior, le lezioni di vocalità e quelle sulla tecnica di direzione, ear-training, gli Sguardi sul Medioevo e le Cappelle Musicali, una realtà storicamente e culturalmente importante. un materiale capace di implementare significativamente quella formazione permanente dei direttori di coro, che riteniamo importante per la crescita qualitativa, umana e artistica, della coralità italiana in campo internazionale.

Voglio sentitamente ringraziare i numerosi soci onorari che, da tutto il mondo, hanno colto l’importanza della nascita della nostra associazione e hanno condiviso con noi il valore di sentirsi uniti in un momento di difficoltà globale. Lo spirito solidale che tantissimi importanti musicisti hanno dimostrato e l’omaggio che ciascuno di loro ci ha reso nei videomessaggi dedicati, citando il nome dell’associazione in lingua italiana così da far sentire ancor più la loro vicinanza, è stato davvero commovente. Ringrazio ugualmente anche tutti i soci che hanno speso il loro tempo prezioso con telefonate, mail, messaggi, video: tutti coinvolti, nel portare avanti il superiore interesse associativo con un lavoro di qualità e in spirito di piena collaborazione.

L’ANDCI oggi si propone come associazione di categoria di tutti coloro che hanno voglia di collaborare e dare il proprio contributo alla crescita professionale dei maestri di coro e della cultura corale nel suo insieme, senza preclusioni: un’associazione autonoma e pluralista, aperta anche a collaborazioni istituzionali. Ne sono esempio le partnership già avviate con alcune associazioni di pari grado – come la Swedish Association of Choral Conductors e la Turkish Polyphonic Choral Association – da cui presto scaturiranno importanti occasioni di scambio e formazione per i nostri direttori, e altre ancora – con autorevoli istituzioni – che a breve saranno presentate.

Da questo momento, finalmente, l’ANDCI si presenta al pubblico anche attraverso la rivista Dirigo: un nostro biglietto da visita, capace di esprimere appieno – nella veste grafica e nei contenuti – la qualità che connoterà la Associazione Nazionale dei Direttori di Coro Italiani nel futuro.

In ultimo, sento di fare un appello ai tantissimi direttori di coro italiani che hanno dimostrato una crescente curiosità verso la nostra nuova realtà associativa, ma che non hanno ancora fatto il passo di iscriversi. Questa associazione apre le porte a tutti voi. Ognuno potrà trovare una casa comune e ognuno avrà la possibilità di esprimersi nel modo più consono alle proprie attitudini: è un impegno che tutti noi sentiamo di prendere.

Diamo forza alla voce della coralità, attraverso la voce di ognuno!

Cor(di)almente…

Roberto Maggio
Presidente Associazione Nazionale dei Direttori di Coro Italiani

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: